Sono disponibili colluttori utili per l’igiene orale, e altri più terapeutici, con principi attivi, che vengono prescritti in caso di infiammazione gengivale e come trattamento postoperatorio. Io personalmente sono contrario all’uso di colluttori per l’igiene in quanto non li trovo indispensabili per l’igiene dei denti. Sono, invece, utilissimi i colluttori terapeutici a base di clorexidina presente in commercio in diverse concentrazioni. La clorexidina se usata per diversi giorni pigmenta i denti in maniera reversibile motivo per cui è bene adoperarla solo dietro prescrizione del dentista o dell’igienista.
E i dentifrici?
Tutti i dentifrici sono composti da detergenti, aromatizzanti, coloranti, agenti abrasivi. La pasta dentifricia non deve essere troppo abrasiva, deve lisciare la superficie del dente senza però provocare graffi (cosa che a volte avviene in concomitanza con uno spazzolino troppo duro o con una eccessiva pressione mentre ci si lava); inoltre deve avere un buon sapore e non irritare le mucose. E’ preferibile usarne uno a base di fluoro perché aiuta a rinforzare lo smalto e quindi a proteggerlo dalla carie.

Prenota una visita con il dott. Paolo e la dott.ssa Monica

Chiama sede di

Bari

Chiama sede di

Andria