Molte persone che soffrono di mal di testa, mal d’orecchio, tensione alle articolazioni o ai muscoli della mandibola, dolore sordo al viso, potrebbero avere in comune dei disturbi dell’articolazione temporo mandibolare (ATM).
Cos’è l’articolazione temporo-mandibolare?
La mandibola si connette alle ossa del cranio per mezzo delle articolazioni temporo-mandibolari. Possiamo immaginare, che le due articolazioni temporo-mandibolari (destra e sinistra) siano come i cardini di una porta, e la mandibola si apra e si chiuda, ruotando attorno a questi cardini (articolazione destra e sinistra). In realtà, i movimenti mandibolari sono molto più complessi e sofisticati: la mandibola oltre a ruotare attorno alle articolazioni, si può spostare anche in avanti e lateralmente a destra e a sinistra.
Quali sono le cause dei disturbi dell’ATM?
Non sempre è possibile determinare l’esatta causa dei disturbi dell’articolazione temporo mandibolare, ma si ritiene che un fattore importante sia il sovraccarico di lavoro a cui i muscoli masticatori sono sottoposti. In particolare in situazioni fisiche e mentali molto stressanti che sottopongono le articolazioni mandibolari ad uno sforzo eccessivo e continuo, possono dar luogo a tensione muscolare e spasmi, iniziando un circolo vizioso, che se non interrotto può portare, in alcuni casi, ad un disturbo cronico. Altri fattori aggravanti possono essere digrignamento e serramento dei denti (bruxismo), traumi, artriti, problemi di occlusione ed altri problemi dentali od una combinazione di più fattori.
Bruxismo
Il bruxismo è l’abitudine di digrignare i denti involontariamente stringendoli con forza (serramento) per periodi prolungati nell’arco delle 24 ore. Serrare i denti per tutto il giorno comporta uno spasmo dei muscoli masticatori che normalmente sono attivi pochi minuti al giorno durante i pasti. Infatti in condizioni di riposo i denti normalmente non si toccano. E’ più frequente in età adulta e si verifica soprattutto durante il sonno.
Segni e sintomi dei disturbi dell’ATM
  • Tensione muscolare alla mandibola.
  • Dolore all’orecchio che a volte si irradia al viso (in assenza di otite).
  • Clicks od altri rumori articolari aprendo o chiudendo la bocca.
  • Difficoltà ad aprire lo bocca.
  • Episodi di mandibola bloccata.
  • Dolore nello sbadigliare, nel masticare o nell’aprire molto lo bocca.
  • Mal di testa o dolori al collo.
Per alleviare i disturbi dell’ATM
  • Mettete a riposo la mandibola adottando una dieta soffice per alcune settimane, evitando di parlare a lungo, di masticare gomme e di mangiarvi le unghie.
  • Provate ad eliminare spasmi muscolari e dolore applicando un panno caldo-umido ai lati del viso.
  • Fate degli esercizi di rilassamento muscolare; per esempio apertura e chiusura verticale della mandibola.
  • Ricordate di tenere le labbra chiuse senza che i denti superiori tocchino quelli inferiori, eventualmente ripetendovi mentalmente più volte al giorno questa frase: “labbra unite, denti separati”.
Trattamento
Una volta identificato il problema del bruxismo o dell’articolazione temporo mandibolare, sulla base dei sintomi, eventualmente con l’aiuto di radiografie, di modelli della vostra bocca si ricorre ad un presidio terapeutico mobile detto “bite”. E’ un apparecchio rimovibile costruito in maniera da adattarsi perfettamente alle arcate dentarie, da utilizzare soprattutto durante la notte: allo scopo di mettere a riposo l’articolazione temporo-mandibolare, favorendo una posizione naturale ed equilibrata della mandibola.
AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non devono essere intese come sostitutive del parere clinico del medico, pertanto non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via e-mail vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita medica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

Prenota una visita con il dott. Paolo e la dott.ssa Monica

Chiama sede di

Bari

Chiama sede di

Andria