La pulizia della lingua è un’azione da molti sottovalutata. La conformazione ruvida della lingua rappresenta un ecosistema ideale per i batteri. I residui dei cibi e delle bevande lasciano una patina batterica sulla superficie linguale che può causare alitosi e diminuire il senso del gusto. Per evitare di perdere i piaceri del gusto e trovarci in spiacevoli situazioni di relazioni sociali penalizzate dall’alito cattivo e dalla cattiva igiene orale, è necessario pulire la lingua con lo spazzolino da denti o con appositi strumenti di pulizia della lingua, detti pulisci lingua.
Usare il pulisci lingua, non e’ complicatissimo. La cosa più importante è raggiungere la parte più in fondo (verso la gola) perché è la zona della lingua che più trattiene il film batterico. Una volta introdotto il pulisci lingua sarà sufficiente effettuare uno spazzolamento linguale dall’interno verso l’esterno e mai viceversa, avendo cura di risciacquare continuamente il puliscilingua per eliminare i batteri rimossi, evitando di graffiarla o irritarla, e ripetere almeno sei volte il movimento.

Prenota una visita con il dott. Paolo e la dott.ssa Monica

Chiama sede di

Bari

Chiama sede di

Andria